Moda mare 2016

Buongioooorno bellezze! Appuntamento con la moda come ogni giovedì e oggi…moda mare 2016.

E sì…perchè le belle giornate che stiamo vivendo questa settimana ci portano a pensare a spiagge,sole,mare e..vacanza.Ma cosa ci propone la moda per quest’estate che si preannuncia caldissima?Vediamo nel dettaglio

COSTUME INTERO O BIKINI?

C’è chi è appassionato del bikini,chi non vuole scoprirsi troppo e preferisce il costume intero…ma aldilà dei nostri gusti personali,cosa vedremo sulle spiagge quest’anno?

Innanzitutto cominciamo col dire che non è vero che chi ha qualche chiletto in più o il seno più abbondante non può permettersi un bikini.Basta prenderlo del modello,del taglio giusto e avere determinate accortezze.

Tra i bikini, le tendenze del 2016 vedono una gran presenza di bikini a triangolo (parlando ovviamente del reggiseno) e bikini a fascia. Oltre alle classiche tinte, bianco o nero, c’è poi una ricchezza di colori fluo, soprattutto per i costumi sportivi, e stampe floreali e tropicali.

BIKINI: per il 2016 il bikini prevede, oltre a quelli a fascia o a triangolo, un ritorno del reggiseno con il ferretto flessibile, adatto anche a chi ha un seno abbondante.Per le taglie forti, il bikini ideale è quello a vita alta, molto indicato anche per chi ama i costumi anni ’40 o anni ’50. Le amanti degli anni ’70 invece possono optare per i bikini con le frange o le ruches, proposti per esempio da Guess.

MODA CURVY: Le taglie forti, come dicevamo, non devono rinunciare a nulla, per quanto riguarda il costume. La moda mare curvy specializzata è ricca di offerte, e non fa mancare il bikini neanche a chi ha fianchi larghi o un po’ di pancia. Il costume intero, se la tua scelta cade su questo modello, dovrebbe essere di un materiale contenitivo. Un buon modo di trovare un costume adatto è puntare su quelli sportivi, che offrono anche dei reggiseni adatti alle più prosperose, grazie alla comodità e al sostegno che offrono.Oltre a scegliere il costume giusto, un buon modo per nascondere la pancia, o distogliere l’attenzione, è quello di scegliere costumi con delle cuciture sotto il seno, evitando modelli segnati in vita. In generale il tessuto all’altezza della pancia dovrebbe essere senza decori e il più semplice possibile

ABBIGLIAMENTO DA SPIAGGIA

Ossia quello che indossiamo sopra il costume per una passaeggiata in riva al mare,ad esempio. Il beach wear è fatto di vestiti leggeri, corti o lunghi, shorts e canotte. Anche qui, la scelta è molto ricca, e si divide anche tra chi passa le vacanze estive sulla spiaggia, e chi invece preferisce la piscina di qualche resort. I vestiti lunghi e i copricostume fino ai piedi, per esempio, sono indicati per vacanze in barca o in piscina, ma sulla sabbia è meglio optare per vestiti corti, per ovvie ragioni pratiche, shorts e minigonne.

E GLI ACCESSORI?

Essenziale per la spiaggia la borsa mare e anche qui c’è l’imbarazzo della scelta. Deve essere capiente abbastanza da tenerci il telo, la crema solare, e tutto l’occorrente per le tue ore al sole. E poi deve essere di materiali leggeri, isolanti, resistenti all’acqua e al sole. Le borse di plastica, di paglia o di rafia sono le più indicate per il mare, ma spesso anche le proposte di tessuto e di stoffe varie non sono male.E,ovviamente, da affiancare alla borsa mare non possono mancare gli occhaili da sole di cui vi ho parlato in un post precedente in questa sezione del blog.

TESSUTI,FORME COLORI

Questi alcuni dei trends che caratterizzeranno la moda mare di quest’anno:

  • memhpis sport: costumi sportivi fatti di tessuti che facilitano il movimento nell’acqua e resistenti agli UV.I mosaici si accostano a forme geometriche colorate e a disegni: una sospensione definitiva della fantasia floreale!Sono costumi dichiaratamente ed esageratamente sportivi, orientati alla performance in acqua, perciò le forme audaci, che delineano le finiture, e i blocchi di colore sono usati accanto ad un design ergonomico.

 TENDENZA

  • jungle fever:Non mescolare ma affiancare. Vedi tessuti di pizzo con rifiniture tecniche e al contempo disegni tribali classici, cotone dry-fit con stampe ispirate alla natura selvaggia ed effetti di vedo non vedo,gli estremi collidono mentre le fantasie tribali sono mixate con design generati e modificati al computer tutti digitalizzati e trattati in maniera psichedelica.I colori acidi estremizzati digitalmente sono controbilanciati dal color kaki e borgogna scuro.

 TENDENZA

  • rave couture: Si tratta della celebrazione della pop art, dove le illusioni ottiche ingannano l’occhio e generano movimento, distorsioni e un effetto di profondità.Le illusioni sono al centro della scena; I motivi geometrici esplorano la celebrazione della pop art e producono effetti disorientanti. Vortici e disegni floreali avvolgono ed emergono dalla superficie dell’abito quasi in maniera tridimensionale. Strette silhouette celebrano la forma femminile a clessidra, mentre le culotte lasciano esposta la parte alta dell’addome.

TENDENZA

  • brutal glam: È la celebrazione della distopia; un mondo di divinità cosmiche cupe, fiere e forti, che si ergono orgogliose e protette dalle loro armature tecnologiche. Cuoio e lattice; stoffa elasticizzata e borchie, cerniere, chiodi, anelli, perline e ferro. Outfit corazzati ispirati agli animali (elefante) e alle pelli di rettili e al metallo battuto. I costumi da bagno sono forgiati in forme forti, audaci, con linee e contorni netti. I dettagli sono ugualmente potente, con tagli e squarci, prese d’aria e cinghie.

TENDENZA

Non ci resta che…partire:)








Precedente Nail care naturale Successivo Elegant violet arabesques