Eyeliner mon amour

Come lo utilizzeremo in questa stagione e per ogni tipo di occhio.

Buongiooooorno bellezze! Oggi eyeliner mon amour, un post dedicato a come utilizzeremo l’eyeliner questo autunno inverno e per ogni tipo di occhio.

TENDENZA EYELINER

Amo infinitamente utilizzare la matita per contornare i miei occhi e l’eyeliner per qualche look più retrò, rock, grafico. Penso sia un modo per intensificare lo sguardo. E a volte basta solo una linea fatta bene con un bel rossetto roso per rendere un look sofisticato e per nulla passato di moda.

Ma come lo utilizzeremo in questa stagione fredda?

BON TON

Alle ragazze più timide nell’utilizzare l’eyeliner piacerà tantissimo questo trend.

ripesca dal passato la riga sottile che supera di pochi centimetri il confine della palpebra superiore. Un tratto minimale, molto educato, elegante tutto il giorno. E la prova che si tratti di una tendenza davvero forte arriva direttamente dalle sfilate. Ricordiamo, tar i tanti, Moschino che si è ispirato allo stile di Jackie Kennedy.

CLEOPATRA STYLE

L’alternativa alle brave ragazze è l’eyeliner più importante alla Cleopatra. Per crearlo si procede tracciando nella parte superiore dell’occhio una riga che termina più accentuata verso l’esterno. Poi si continua con la parte bassa tratteggiando un’altra riga dritta che andrà ad unirsi o a disporsi in maniera parallela, con quella superiore.

Incorniciare l’occhio con l’eyeliner è diventato ormai un passaggio fondamentale nel make-up occhi, perché dona intensità allo sguardo, e, abbinato al mascara, grande profondità.

Ma ogni forma di occhio ha il suo modo per essere valorizzato con l’eyeliner.

OCCHI PICCOLI

Se gli occhi sono piccoli, non applicare l’eyeliner sulla parte inferiore dell’occhio, ma cerca di accentuare quella superiore. La linea deve essere sottile per non appesantire lo sguardo ma, al contrario, ingrandirlo.

OCCHI GRANDI

Per gli occhi grandi, perfetto un tratto di eyeliner spesso lungo la rima ciliare superiore, magari con virgola accentuata. In questo caso non si hanno grossi problemi perché si può sperimentare un po’ tutto, anche segni grafici, sulla rima inferiore e superiore indistintamente.

OCCHI VICINI

Se gli occhi sono vicini, si deve enfatizzare la parte esterna cercando di non “avvicinarli” ulteriormente, anzi creando la maggiore distanza possibile. Per questo una linea allungata verso la tempia e con tratto spesso è l’ideale.

OCCHI DISTANTI

Con gli occhi distanti l’obiettivo è “avvicinarli”, dunque occorre attirare tutta l’attenzione sugli angoli interni tracciando una riga che non oltrepassi i tre quarti della rima ciliare.

 

OCCHI INFOSSATI

Per gli occhi infossati, con poca palpebra mobile visibile, perfetta la riga semplice ma sottile, che non oltrepassi l’angolo esterno.

OCCHI SPORGENTI

Se, al contrario, gli occhi sono all’in fuori, allora realizzare un tratto molto spesso sulla rima superiore, da angolo ad angolo.

OCCHI TONDI

Perfetta la riga accentuata sulla rima inferiore o una lieve virgola su quella superiore che tende ad “allungarli”, perché l’attenzione sarà attirata dalla parte esterna dell’occhio.

OCCHI A MANDORLA E ALLUNGATI

È la forma che meglio si presta all’eyeliner e al famoso “flick”, la virgola ben definita e visibile anni ’50. Se gli occhi sono piccoli, il tratto deve essere sottile.

PALPEBRA CADENTE

L’ obiettivo è allargare lo sguardo e per farlo occorre applicare l’eyeliner fra le ciglia disegnando disegnare un tratto più deciso lungo l’angolo esterno rispetto a quello interno.

E voi, siete amanti dell’eyeliner come me? Alla prossima bellezze!!!







Precedente Bright cut crease Successivo Vampires nails