Valentina Crepax nails

Oggi mi sono ispirata a Valentina, il personaggio ideato da Crepax.

Buongiooooorno bellezze! Oggi vi mostro come ho realizzato le mie Valentina Crepax nails, micropittura ispirata al fumetto Valentina ideato da Guido Crepax.

OCCORRENTE

  • base protettiva
  • smalto bianco latte
  • top coat matte e brillante
  • acrilico nero
  • pennellino striping

PREPARAZIONE

Dopo aver steso e atteso l’asciugatura della base, stendo due passate di smalto bianco. A completa asciugatura stendo una passata di top coat matte e, una volta perfettamente asciutto, comincio a disegnare.

COME SI FA

Il segreto per realizzare questa nail art, oltre ad avere una mano ferma e un pochino di esercizio su carta, è quello di diluire benissimo il colore. Il colore in eccesso deve essere rimosso dal pennello. Sulla punta deve esserci poco colore e molto diluito per riuscire a disegnare in modo fluido e realizzare linee molto sottili e precise.

Diluisco, quindi, il, nero e comincio a dare forma al primo occhio, una parte del naso e del sopracciglio.

Continuo col sopracciglio, la narice(una linea obliqua) e la prima parte del labbro superiore, una sorta di M allungata.

Creo una linea sottilissima un po’ più in basso e le altre due che delineano il labbro inferiore, come vedete in foto. Cercate di mantenere le simmetrie e le proporzioni del viso.

Infine, altra linea molto sottile a lato per dare l’idea dell’ovale del viso.

Realizzo il secondo occhio e li chiudo entrambi alla base. Poi, un puntino a lato per la pupilla.

A questo punto posso mettere un po’ di colore in più sul pennello per creare i capelli e dar loro movimento.

Sull’indice creo la seconda immagine.

Parto sempre dalla forma dell’occhio e creo, al centro del viso, le due narici.

Come fatto prima, creo le labbra leggermente socchiuse, l’ovale del viso e, stavolta, un accenno di spalla e di collo. Creo, poi, la pupilla e l’intero occhio.

Ultima cosa, sempre con un po’ di colore in più sul pennello creo i capelli, Stavolta il ciugffo copre la metà del viso dove non c’è il secondo occhio. Movimento.

Anulare. Realizzo il volto di Valentina che dorme. Creo, quindi, un occhio chiuso. Una sorta di semi ellisse. Alla base, le ciglia(appoggio il pennello e tiro verso l’esterno). Sopracciglio e una piccola linea in basso.

Creo le narici, come fatto fin’ora e le labbra. Qui sono davvero appena accennate. Quello inferiore è leggermente più marcato.

 

Poi, creo un accenno del secondo occhio chiuso. Colore un pochino più consistente sul pennello e realizzo i capelli: più cadenti verso destra e più dritti sull’altro lato. Infine, all’altezza dell’ovale del viso, creo una sorta di linea più mossa: la mano su cui dorme.

MIGNOLI E POLLICI

Qui davvero dovete diluire benissimo il colore e lasciarne una piccolissima parte sulla punta del pennello. Togliete l’eccesso. Create una linea curva a formare il corpo. Partite dalla testa,schiena e muovetevi verso sinistra per la gamba. Successivamente create una curva per il seno e terminate il viso. Colorate, poi, col nero il costume e i capelli.

Sui pollici vediamo Valentina vista di spalle. Tondo per la testa, collo e scendo per creare il corpo. Un braccio è alzato l’altro non si vede del tutto. Infine, coloriamo i capelli.

RISULTATO

Una passata di top coat brillante e il gioco è fatto.

Se volete, potete terminare, invece che col top coat brillante, con quello matte per dare l’idea del foglio di carta del fumetto. Io preferisco dare più brillantezza:)

Io spero vi sia piaciuta l’idea. Alla prossima bellezze!!!







Precedente Olio essenziale di cipresso Successivo Holo violet makeup