Draping

Buongiooooorno bellezze! Oggi,per l’appujntamento con al moda,parliamo di Draping,la nuova tecnica di applicazione del blush effetto lifting e sculpt,un ritorno al rossore sulle gote degli anni’80 portato in auge nuovamente da Mark Jacobs.

Draping in inglese sta per drappeggio. E il pensiero corre veloce a immagini vintage sui toni del seppia. Ecco perché un volto come quello di Farrah Fawcett non può che calzare a pennello per spiegare, ops drappeggiare, questa tecnica vista già la scorsa estate.

Ripresa di una vecchia scuola di pensiero che voleva terre e blush come i protagonisti del makeup viso e, soprattutto, non dava al trucco la finalità di demoralizzare la struttura ossea nascosta dagli zigomi. Via libera così a un colore esternato al massimo nella zona intorno alle guance, anche e soprattutto con uno o due toni più strong rispetto all’incarnato di partenza.

Il senso del draping deve essere appunto quello di una sensazione di imbarazzo diffusa e (ir)reale che parte dai sentimenti per lasciare spazio ai trucchi del mestiere.

Il draping ha una consistenza cremosa, dura 24 ore e per quanto riguarda gli abbinamenti di colore, consente di dare riflessi con i toni più leggeri e di calcare i contorni con i toni più scuri. Il tutto come se fosse una sorta di contouring al contrario, molto molto più veloce e naturale.

Si tratta sostanzialmente di modificare la forma del viso con il colore, usandolo per coprire i contorni del viso ma anche per scolpire, dare più volume o più equilibrio. Ecco perché è possibile personalizzare i livelli di colore semplicemente oscillando con il pennello da una parte all’altra della palette. Se hai voglia o bisogno di molto colore puoi seguire le linee verticali. Se invece vuoi qualcosa di più morbido puoi fondere le due tonalità scorrendo il pennello in senso orizzontale.

METODO DI APPLICAZIONE

LIFTING

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-13

Per ottenere quell’effetto lifting che in tante sognano, direttamente dalla Maison si consiglia di utilizzare la tonalità più scura applicandola appena al di sotto della parte più alta della guancia, sfumando poi verso le tempie.

Con la parte più chiara del blush si sfuma bene ai bordi per amalgamare il tutto al viso. Per look ancora più particolari consigliano di sfumarlo a partire dagli occhi fino ad arrivare alle tempie.

SCULPT

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-16

Questa tecnica serve per dare dimensione al viso, da sfoggiare soprattutto la sera. Utilizzando la parte scura, in particolare nella tonalità Flesh and Fantasy, si consiglia di applicare il blush appena sotto la zona delle guance, seguendo l’incavo naturale.

Aiutatevi creando la classica faccia “a pesce” 😉 Con la tonalità più scura potete anche definire bene le mascelle e utilizzare poi la parte più chiara sulla parte alta delle guance per sfumare bene il tutto.

VOLUME

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-6

 

Per questo metodo di applicazione si inizia prendendo la tonalità più scura applicandola a partire dal centro delle guance andando poi verso l’esterno. Successivamente si prende la parte più chiara ripetendo gli stessi movimenti: in questo modo si ottiene un effetto naturale, ma molto tridimensionale!

BALANCED

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-21

Si parte mixando i due colori per poi applicarli sulle guance sfumando verso l’esterno. Successivamente si sfuma la tonalità di blush scelta sotto l’arcata sopraccigliare, sulle tempie, sul naso, sul mento e lungo i lati del collo vicino anche ad orecchie e lobi. Lo step finale? Ovviamente sfumare, sfumare e sfumare!! 😉

e ADESSO TOCCA A VOI…VIA AL COLORE;)

 










Precedente Ink me Neve Cosmetics Successivo Angel devil love nails