Crema viso pelli sensibili fai da te

Ecco come realizzare una crema idratante davvero efficace per le pelli sensibili e reattive.

Risultato immagini per crema viso pelli sensibili fai da te
crema lenitiva fai da te

Buongioooorno bellezze! Oggi voglio mostrarvi come realizzare una crema viso pelli sensibili fai da te, lenitiva e anti rossore.

COS’è UNA CREMA LENITIVA

In generale si tratta di creme naturali emollienti e idratanti che sono state studiate a tavolino per calmare le irritazioni e le infiammazioni della pelle. Al loro interno contengono principi attivi naturali ad azione lenitiva, come quelli estratti dalla camomilla o dalla malva. Letteralmente lenitivo significa “che ha per fine e per effetto di lenire, cioè di mitigare o attenuare un dolore o fastidio fisico”.

COME PUò ESSERE COMPOSTA

Partiamo da quella grassa in cui troviamo molti oli vegetali come quello di nocciola e mandorle dolci, oppure degli oleoliti ad azione lenitiva. Sempre nella fase grassa sono previste sostanze come il burro di Karité, il burro di Cupuassu e il burro di Cacao, quello di calendula.

Passiamo alla fase acquosa, ora, fase in cui troviamo ben altro genere di ingredienti. Ad esempio il gel estratto dall’Aloe vera o gli idrolati di camomilla, fiordaliso, achillea millefoglie, lavanda e tiglio. Soprattutto gli ultimi citati risultano decisamente utili per trattare pelli di persone che soffrono di rosacea, eczema, piaghe, acne, psoriasi e orticaria.

Oltre alle due fasi della crema, ci sono i principi attivi naturali ad azione lenitiva che rappresentano una parte molto importante del composto. In questa categoria troviamo gli estratti di camomilla, malva, achillea millefoglie, melissa e tiglio. 

RICETTE- crema viso pelli sensibili fai da te

FASE ACQUOSA26,48g. idrolato di fiordaliso.
0,08g. gomma xantana
0,4g. glicerina vegetale
FASE OLEOSA3,2g. olio di jojoba
2,4g. oleolito di camomilla
2,4g. oleolito di calendula
2 g. Olivem1000
0,8 g. alcol cetilico
DA AGGIUNGERE A FREDDO0,4g. estratto di vite rossa
1,2g. estratto di pungitopo
0,4g. estratto di malva
0,24g. Cosgard (conservante)

Prepariamo la fase acquosa aggiungendo, all’idrolato( sostituibile con l’aqua distillata o con un idrolato di camomilla), la glicerina.Infine, al gomma xantana che da’ consistenza e stabilizza l’emulsione.

Preparo la fase oleosa.

Comincio d unire gli oli che hanno tutti un potere calmante, idratante e lenitivo. La calendula, inoltre, ha un potere cicatrizzante e antinfiammatorio.

Aggiungo, ora, l’olivem che permetterà di emulsionare le due fasi e renderà setosa la crema. E’ l’autoemulsionante che uso di più.

Infine, aggiungo l’alcol cetilico che rende più stabili le creme e conferisce maggior consistenza.

Faccio, poi, scaldare a bagnomaria i due contenitori facendo sciogliere molto molto bene l’olivem. A questo punto, verso la fase acquosa in quelal oleosa e mixo il tutto con un frullino finché non diventerà una crema. Ora, metto il tutto, sempre mescolando col frullino, in un contenitore con acqua fredda. Mescolo finché non farò fatica ad usare il frullino e la crema avrà raggiunto al giusta consistenza.

Infine,aggiungo a freddo gli attivi.Potete sceglierne anche soltanto uno ma se li avete tutti meglio.

Il ph della crema è di 5,5.

SECONDA RICETTA

Questo il video di una seconda ricettina anch’essa molto molto valida e dettagliata.

Io spero che le mie due idee suj come creare una crema viso pelli sensibili fai da te vi piaccia.

Iscrivetevi al blog qui thebeautyplanet

Seguitemi sui social e sul canale youtube

alla prossima bellezze!!!

Precedente Hugs nail art Successivo Japanese spring nail art